Quando ho conosciuto Francesco Taskayali credevo fosse un video maker, un creativo, un social manager, un imprenditore, … insomma, tutto tranne che un pianista!

La sua passione per la musica, la tecnologia ed il web in generale, hanno ovviamente catturato la mia attenzione e la mia curiosità nel suo modo di fare comunicazione e relazionarsi al suo pubblico. Di li a poco , saranno stati i tanti interessi in comune o semplicemente il “caso” ma è nata una bellissima amicizia.

All’inizio l’ho semplicemente osservato, mi limitavo a guardare cosa pubblicava sui social, il modo in cui lo faceva e le reazioni che otteneva. Tutto era finalizzato a promuovere la sua musica è vero, ma i suoi contenuti hanno fanno di più, hanno creato un pubblico.

Sapeva che il contenuto senza il contenitore è difficile da vendere.

francesco taskayali pianista

Con il passare del tempo, abbiamo iniziato ad analizzare il mercato discografico italiano e internazionale, il modo in cui gli artisti ed il loro management fanno comunicazione sul web e tramite i social, ci siamo studiati decine di statistiche incrociando numeri e tracciando profili di diverso tipo.

Quello che ne è venuto fuori ? Che è tutto un gran casino!

Purtroppo scopri che quasi la totalità dei numeri che escono fuori sono finti!

Il mercato musicale italiano è totalmente dopato!

Siamo entrati nell’era della “guerra dei like”, non importa il contenuto, ma solo avere tanti like! Ed ogni mezzo è lecito! Sono rimasto sbalordito dai risultati che Francesco è riuscito ad ottenere in maniera organica (senza comprare fan e visualizzazioni diciamo) sui suoi profili social, semplicemente … essendo se stesso!

Non ha costruito nulla, nessuna finzione e nessun doping! Tant’è che spesso ero io a suggerire di sponsorizzare post o video, non per ottenere più like ma, per diffonderli il più possibile al suo pubblico. Francesco Taskayali non è un tronista di Uomini & Donne, non fa musica Trap, non canta a petto nudo e non vende gattini, non voleva diventare famoso sul web come le webstar. Francesco Taskayali è un pianista e suona il piano!

Il “paradosso contemporaneo” è che per essere riconosciuto come artista, devi avere un pubblico che è disposto a seguirti.

Se il contenuto è vero, diventa potente, capace di arrivare dritto al cuore delle persone che lo stanno cercando! Francesco ha trovato il suo pubblico in tutto il mondo ormai, un pubblico di amanti della musica classica a cui non importa dei gattini, ma solo della musica di Francesco Taskayali.

Se Francesco non fosse stato cosi Social, sarebbe bastata la sua musica per conquistare i cuori di cosi tante persone?

Il videoclip ufficiale di Francesco Taskayali

Il video è un viaggio 2d e 3d caratterizzato da alcuni caratteri pittorici che ne amplificano la dimensione autentica e tridimensionale. L’idea nasce dalla reinterpretazione in chiave visiva delle note di Francesco Taskayali, una rivisitazione di una città quasi onirica tra Istanbul e Palermo, due città distanti che si uniscono nell’espressione creativa tra il musicista di origini turche e gli artisti Buonaventura Schimicci, Elide Triolo (regista) e Massimiliano Scuderi, di origini palermitane. Il risultato è un incontro di culture, immaginari, e ambientazioni calde che avvolgono il lavoro aumentando il potere evocativo della sua musica.

wired.it

Seguilo su Twitter

    Tagged with: